TAUPO – ROTORUA 28 Febbraio

Lasciamo Taupo con dispiacere. Ma prima compriamo in un
negozio degli All Blacks alcuni ricordi e in un negozio di souvenir acquistiamo
due bei quadri per casa nostra.

Andiamo verso Rotorua, compriamo il famoso pane chiamato
french bread baguette (??????).” It is a good compromise” (ci aveva
detto un’addetta al campeggio.

Arriviamo a Rotorua verso mezzogiorno. Ci assale subito
l’odore di zolfo in quanto la zona registra la più intensa attività
termale del paese. La strada principale Fenton Str che porta al lago è un
aiuola unica di fiori, da petunie a canne di vetro.

Ci dirigiamo subito verso il  Visitor Center che già da sè
merita una visita. Costruzione vittoriana. Gente preparatissima al banco.
Profusione di dépliants a la faccia  della deforestazione del Brasile. Meno
male che ci sono i cartelli “please recycle”.

Da qui andiamo sul lago a fare un giretto. Il Government
Gardens che si estendono  per circa tre chilometri, ricordano i vecchi parchi
inglesi. Con campi di bocce, croquet, roseti e gazebo dove in questo momento
sta suonando una banda. La gente è seduta per terra sul prato che mangia un
panino o legge. Donne che fanno footing con il cane.

Coppie sulla sessantina, molto scic che si mangiano un
panino in macchina decapottabile, parcheggiati vista lago.

Tutto molto relax. E molto English. E molto “me la sto
godendo”.

 

Scegliamo il campeggio sul Blue Lake  a una decina di km dal
centro. Altro paradiso. Il campeggio è stupendo, immerso nella foresta
tranquillo e davanti al laghetto. Qui essendo domenica oggi è affollato…
ci saranno 50 persone, che prendono il sole fanno il bagno, gareggiano con le
canoe.

 

Finalmente ci fermiamo. Pranziamo, riposino e decidiamo di
scaricare le foto da mettere nel blog.

TAUPO – ROTORUA 28 Febbraioultima modifica: 2010-03-06T06:53:20+01:00da gianclaudiodg
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento